SALUTE FEMMINILE, DIMAGRIMENTO

Cosa mangiare e cosa evitare per dimagrire senza dieta

Dott.ssa Martina Pellegrini 
Esperta in Dimagrimento Femminile

Cosa bisognerebbe mangiare e cosa evitare per dimagrire… senza dieta?

Forse ti starai chiedendo se ho sbagliato a scrivere il titolo di questo articolo:

Martina, ma è un controsenso! Com’è possibile dimagrire senza fare una dieta?

Dimagrire senza dieta infatti vorrebbe dire avere la libertà di mangiare ciò che si desidera mentre si perde peso.

Impossibile? Assolutamente no.

Basta seguire alcuni semplici criteri, ed è proprio ciò di cui parlerò in questo articolo: cosa mangiare e cosa evitare (sempre se va evitato qualcosa..!) in un percorso di dimagrimento SENZA dieta.

Prima di iniziare però, lascia che ti dica qualche cosa su di me: 

Mi chiamo Martina Pellegrini, sono una Nutrizionista ed Holistic Lifestyle Designer. 

Aiuto le donne a realizzare il Peso Sano con Gioia nutrendo Corpo, Mente e Anima.

 

A tutte, e sono sicura anche a te che stai leggendo, piacerebbe essere libere di mangiare ciò che si vuole senza ingrassare.

Non esiste forse il detto: “il sogno di ogni donna è mangiare senza ingrassare”? 😉

Tornando a noi, il punto è che spesso desideriamo questa libertà, ma dall’altra parte troppa libertà fa paura.

Perché?

Perché siamo abituate ad avere dei limiti, delle regole, dei confini che ci aiutano a definire, a capire dove stare e cosa è giusto fare.

Ecco che da qui andiamo sempre alla ricerca di qualcuno/qualcosa che ci dica cosa dobbiamo mangiare e cosa non dobbiamo mangiare.

Cerchiamo una nuova dieta, un libro, andiamo dal nutrizionista, perché ci deve sempre essere qualcuno di esterno che dice entro quali paletti e quali confini dobbiamo restare.

Probabilmente perché per noi è difficile ancora auto-gestirci.

Io credo in una cosa fondamentale, ed è ciò che ha avviato anche tutta l’impostazione del mio lavoro.

Il corpo ha una sua saggezza

Il corpo sa cosa deve mangiare se lo ascolti.

 

Dove sta però il problema? 

Che questa sua saggezza si è persa nel corso dei secoli e dei millenni.

Ora magari ti starai chiedendo: 

Ma se posso mangiare ciò che voglio perchè la saggezza ce l’ho nel corpo… Allora i professionisti della nutrizione non servono a niente?

In realtà non è proprio così: si tratta di un nuovo modo di vedere il ruolo del nutrizionista o comunque un professionista della nutrizione.

Certamente ci sono dei casi un po’ particolari in cui il dietista/nutrizionista deve fare un lavoro più specifico, dando delle indicazioni alimentari più. 

Questo perché c’è una situazione alimentare patologica, e su quello non si discute.

Il punto è che il ruolo di un professionista della nutrizione, a mio avviso, non dovrebbe essere tanto quello di imporre una dieta o delle indicazioni particolari ma, piuttosto, accompagnare la persona in un processo che la fa riappropriare della saggezza del suo corpo.

Come mai ciò non accade?

Perché anche i professionisti della nutrizione sono esseri umani, e quindi succede che vanno a trasferire le loro convinzioni sulle persone che seguono.

Si studia tanto, si legge, si approfondisce, si fanno lezioni all’università, e tutto questo bagaglio di informazioni viene inevitabilmente trasferito alle persone nel momento in cui si rielabora una dieta o si danno delle indicazioni. 

Fino al punto di farsi una vera e propria convinzione su una dieta particolare.

Ti sarà sicuramente capitato di imbatterti in nutrizionisti/dietisti che, successivamente al loro percorso, si sono poi convinti che un tipo di dieta, ad esempio quella chetogenica (di cui si parla tanto ultimamente), sia perfetta per tutte le persone che devono dimagrire.

Il problema però è che ogni professionista rischia di prendere la sua idea come quella unica possibile, perfetta per tutti. 

Qual è quindi l’effetto?

Che ci sono tanti professionisti, tante persone che promuovono una dieta, uno stile alimentare tramite la loro pratica o tramite i libri che vengono scritti.

Il risultato, come già immagini, è solo uno: una gran confusione.

Ma come mai ci sono professionisti che dicono tutto e il contrario di tutto?

Hai assolutamente ragione.

E la tua confusione è più che comprensibile!

Proprio per questo io credo che un professionista della nutrizione dovrebbe avere il ruolo non tanto di trasferirti delle regole rigide o dei modelli o categorie alimentari dove stare, o da evitare, o da includere così uguale per tutti…

…Ma, piuttosto, dovrebbe riuscire ad offrirti degli orientamenti, sulla base dei quali tu ti possa affidare, e successivamente muovere in modo flessibile, nel mentre che stai osservando come il tuo corpo risponde.

Avrai compreso che per capire che cosa bisogna mangiare per dimagrire senza dieta, bisogna innanzitutto capire quali sono i criteri che scegliamo per definire e decidere cosa mangiare. 

Ed è chiaro che ogni professionista ha i suoi criteri.

Continua a leggere l’articolo per scoprire quali sono i criteri che adotto nel mio lavoro per scegliere il cibo più adatto in un percorso di dimagrimento senza dieta!

 

QUALE CIBO PREFERIRE PER DIMAGRIRE SENZA DIETA

Quello che faccio io solitamente è di scegliere il cibo più adatto per promuovere il dimagrimento sulla base di quanto esso sia in grado di:

  1. aumentare l’energia
  2. aumentare il senso di leggerezza
  3. quanto sia in grado di migliorare la digestione e il gonfiore e garantire un adeguato transito intestinale

Questi sono tutti effetti che un’alimentazione ci può dare fin da subito, a poche ore di distanza.

Quali sono quindi quei cibi che se mangiati per la maggior parte nella propria giornata e nella propria vita permettono di raggiungere quegli obiettivi?

La risposta è: TUTTI quegli alimenti che si trovano nella loro forma integrale, stagionale, fresca, ecosostenibile, e tutti quei prodotti ricchi di principi vitali.

Quindi, viste queste premesse, quali sono nel pratico questi cibi?

  • Gli ortaggi, la frutta, la verdura, le patate
  • I cereali integrali, in chicco e i derivati
  • I semi, le spezie, le erbe aromatiche
  • Le uova del contadino
  • I latticini, prodotti da aziende bio e sostenibili
  • Carni e pesci provenienti da allevamenti al pascolo o da pesci pescati all’aperto

Questi sono i cibi che, se mangiati per la maggior parte del tempo, permettono di avere tutti quegli obiettivi che abbiamo menzionato prima.

Ciò non vuol dire che dobbiamo mangiare SOLO questi alimenti.

Esistono delle vie di mezzo, e se facciamo si che la nostra alimentazione sia ricca di questi alimenti otterremo maggiormente quei risultati e quegli obiettivi nelle nostre giornate.

Ok Martina mi sembra tutto chiaro, ma ci sarà pur qualcosa che dobbiamo evitare per dimagrire.. giusto?

In realtà… no!

E ora ti spiego perché.

COSA “EVITARE” PER DIMAGRIRE SENZA DIETA

 

Ho scritto “evitare” tra virgolette proprio perché hai capito bene…

In realtà, alimenti da evitare NON CE NE SONO!

La nostra mente è abituata a ragionare per opposti, nel senso che se ci sono dei cibi da preferire, ci sono anche dei cibi da evitare.

Ma non è così.

Ci sono dei cibi che permettono, se mangiati in maggior quantità, di sentirsi come detto prima, ma questo non vuol dire escludere altri cibi che non hanno propriamente queste caratteristiche.

Alimenti nella loro forma non integrale, raffinata, industriale, trasformata, possono continuare ad avere uno spazio nella nostra alimentazione quotidiana.

Io stessa do loro spazio!

Questo a maggior ragione quando siamo agli inizi e stiamo pian piano cambiando le abitudini. 

Non è possibile infatti passare da un tipo di alimentazione ad un altro diametralmente opposto, ma sicuramente può esserci una via di mezzo.

Ovvero un cibo a metà strada da quello completamente industriale, raffinato, da uno completamente verde, ecosostenibile ecc. 

Quindi bisogna con molta compassione e onestà, vedere qual è la situazione attuale, e quale può essere un piccolo passettino in più per migliorare un pochino la propria alimentazione.

Senza cambiamenti drastici.

Questo è molto soggettivo e dipende dal tipo di abitudini che si ha, come persona e come famiglia.

Diverso è invece il discorso per chi ha problematiche di salute particolari o sostiene un’alimentazione basata principalmente per motivi etici.

Perchè riguardo questi alimenti che si pensa siano da evitare, entrano in gioco dei fattori che sono essenziali e da cui non si può prescindere: la frequenza e la quantità

Quante volte questi cibi “da evitare” sono frequenti nella settimana?

In che quantità?

Ti faccio un esempio.

Posso mangiare wurstel tutti i giorni ma c’è differenza tra mangiare una confezione tutti i giorni oppure mezzo wurstel tutti i giorni, giusto per dare sapore ad una ricetta.

Ci sta, perchè no?

Se è un alimento che piace particolarmente, ed è la cosa a cui non possiamo assolutamente rinunciare, mangiamoci questo wurstel!

Poi, probabilmente ci passerà anche la voglia, anche perchè wurstel tutti i giorni dopo un po’ stanca 😉

Quello che ti sto cercando di dire, e che è davvero importante soprattutto all’inizio è:

Prova a lavorare sull’avere un apporto che sia equanime nei confronti del cibo.

Dovremmo tutte fare come se fossimo delle neonate, delle bambine che entrano in contatto con il cibo e con tutti gli alimenti per la prima volta

Quindi, con un’attitudine di curiosità proprio come una bambina, e con una mente che è capace di verificare quelle che sono le risposte del corpo ad un determinato cibo. 

Mai escludere l’esperienza del corpo dall’esperienza della mente.

 

Raccontami un po’ qual è il tuo atteggiamento attuale nei confronti del cibo e cosa ne pensi del fatto di iniziare a sviluppare un atteggiamento più equanime.

Personalmente, ti posso garantire che è possibile riuscire a mangiare tutto con libertà e dimagrendo senza escludere niente e senza doversi sottoporre a regimi rigidi e inutili. 🙂

 

Vuoi sapere come fare a realizzare il peso sano con gioia senza escludere gli alimenti e sapendo con fiducia cosa mangiare giorno dopo giorno?

Ho preparato un video-corso che si chiama

Sblocca il Tuo Peso

che ti aiuta a creare passo passo il tuo piano alimentare, per avvicinarti sempre di più alla saggezza del tuo corpo a partire da degli orientamenti che ti offro.

Riceverai linee guida alimentari in cui poter integrare gli alimenti che ti danno più energia e vitalità, con quelli considerati “da evitare”, per arrivare in modo gioioso al tuo peso sano.

 

Clicca qui per accedere a Sblocca il Tuo Peso

Questo articolo ti è piaciuto? Condividilo cliccando sull'icona di Facebook!