ALIMENTAZIONE

Come combattere la Ritenzione idrica

Guida teorico-pratica completa

Dott.ssa Martina Pellegrini – Dietista Olistica

Nutrizione Femminile e Anti-Aging

Hai problemi di ritenzione idrica e le hai provate tutte senza avere risultati?

Sei stanca dei soliti consigli sul bere più acqua e ridurre il sale?

Leggi questo articolo fino alla fine per scoprire quali sono i 15 passi da fare, a partire da subito, per eliminare la ritenzione idrica e 5 giorni di dieta da esempio per metterti già nella giusta direzione.

Sono la dott.ssa Martina Pellegrini, Dietista Olistica. Ho creato percorsi, ebook e video corsi specifici per il benessere psicofisico femminile secondo i principi della Nutrizione Anti-Aging ed aiutato centinaia di donne nel cambiamento del loro stile di vita.

La ritenzione idrica è una condizione fastidiosa che affligge moltissime donne.

Non mi piace definirlo un “problema”, nè un disturbo o una patologia e per questo non ne ho mai parlato in maniera specifica.

Ma il mio intento è essere d’aiuto alle donne a vivere più felici e soddisfatte del loro corpo e per questo ho deciso di approfondire l’argomento in modo scientifico.

Nessuno parla di ritenzione idrica in modo chiaro, semplice, scientifico ed esaustivo.

Ecco perchè ho deciso di approfondire questo aspetto e fornirti le informazioni più complete possibili!

Sei pronta a scoprire tutto sulla ritenzione idrica?

Bene, partiamo!

Prima di vedere cosa fare per la ritenzione è fondamentale capire cos’è, come si presenta e soprattutto di cosa stiamo parlando.

Passeremo poi alle cause e infine alle soluzioni.

Le cose da sapere e considerare sono tante, perchè il “problema” è multifattoriale, ma una volta che avrai chiari tutti gli aspetti saprai precisamente cosa fare, senza perderti!

COS’E’ LA RITENZIONE IDRICA?

 

Per ritenzione idrica si intende la tendenza a trattenere liquidi, sali e tossine.

Ma dove, di preciso?

Le donne non hanno la più pallida idea di dove sia accumulato questo liquido in eccesso, quindi iniziano a bere 4 litri di acqua e a eliminare il sale dalla loro dieta nella speranza di vedere un miglioramento.

Fermati subito.

Vai a recuperare la confezione di sale che hai buttato

Posa la bottiglia d’acqua

Dove sta il problema di questa ritenzione idrica?

Prestami attenzione e guarda l’immagine qui sotto

Questo è un pezzo di pelle.

Immagina che questo sia un pezzo della tua pelle, esattamente un pezzo di pelle della tua coscia.

Partendo dall’alto:

Epidermide: strato superficiale, quello esposto all’esterno, quello che vedi e da cui emergono i peli

Derma: strato sottostante, più profondo, composto da vari tipi di cellule, bulbi piliferi, capillari sanguigni.

Ipoderma: Qui troviamo le cellule del tessuto adiposo  (quell’ammasso giallo). Ancora al di sotto vedi i vasi sanguigni, e sotto ancora si trovano i muscoli (non presenti in figura).

Come puoi vedere, nella zona chiamata “derma”, tra una cellula e l’altra, esistono degli spazi vuoti. In realtà in quegli spazi si trova un liquido chiamato liquido interstiziale.

Ed è proprio qui che i liquidi possono accumularsi.

Cosa accade in pratica e perchè si accumula acqua in eccesso in questa zona?

Le cellule sono solitamente brave a prendersi ciò che gli serve ed eliminare gli eccessi.

Ma a un certo punto, la cellula diventa incapace di smaltire le tossine e i sali che non gli servono e questo fa aumentare il liquido presente tra una cellula e l’altra.

Ecco che si viene progressivamente a creare un fastidioso rigonfiamento che chiamiamo “ritenzione idrica”.

COME SI PRESENTA LA RITENZIONE IDRICA?

La ritenzione idrica si presenta come un gonfiore a livello principalmente di:

  • viso
  • braccia
  • gambe e caviglie

E’ ritenzione idrica se, premendo la parte con un dito, si viene a formare un alone chiaro che va via dopo pochi secondi.

La ritenzione idrica si può talvolta accompagnare anche a:

  • pelle “a buccia d’arancia”
  • freddezza al tatto
  • colorito spento rispetto al resto del corpo

in questo caso si ha ritenzione idrica mista a cellulite, di cui eventualmente parlerò in un prossimo articolo.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA RITENZIONE IDRICA?

 

Vediamo i vari fattori che possono portare a questa condizione:

1) PROBLEMI ORMONALI

Il corretto bilanciamento degli ormoni femminili è essenziale anche per la regolazione dei liquidi nel corpo.

Una donna che ha problemi ovulatori con un eccesso di estrogeni a fronte di bassissimi livelli di progesterone sarà più soggetta ad avere ritenzione idrica.

2) FASE DEL CICLO MESTRUALE

Nei giorni che precedono l’arrivo del ciclo, con l’aumento del progesterone, che causa un riversamento transitorio di liquidi proprio in quegli spazi tra le cellule.

3) AVERE POCA MASSA MUSCOLARE

Il muscolo richiama acqua all’interno delle sue cellule, prendendola proprio da quegli spazi in cui è in eccesso. Meno muscoli hai (soprattutto nelle zone interessate) e più quei liquidi si vanno ad accumulare negli spazi tra le cellule del derma.

4) DIFFICOLTA’ CIRCOLATORIE, SEDENTARIETA’ E POSIZIONI STATICHE

Problemi di circolazione venosa e linfatica possono peggiorare la corretta ripartizione e smaltimento dei liquidi tra le varie parti del corpo. Qui si collegano cause genetiche, ma anche comportamentali come l’abitudine a stare troppo tempo seduta o in piedi. La forza di gravità infatti mantiene il sangue nelle estremità inferiori, impedendogli di fluire bene.

5) ECCESSIVA ESPOSIZIONE AL CALORE

L’abitudine a fare docce molto calde, tisane calde, trattamenti come sauna, bagno turco, allenarsi al caldo… tutto ciò porta alla dilatazione dei vasi sanguigni e conseguente aumento dell’accumulo dei liquidi.

6) ALIMENTAZIONE SCORRETTA

 

    • L’eccesso di carboidrati

      Perchè questo fattore porta ad un aumento dell’insulina e di conseguenza un peggioramento della circolazione in corrispondenza dei piccoli vasi sanguigni, che arrivano anche al tessuto cutaneo.

 

    • Il falso cibo

      tutto ciò che è industriale, confezionato e trasformato è anche ricco di tossine (a partire dai conservanti e dolcificanti artificiali) che si vanno via via ad accumulare nel corpo. Le cellule per un pò riescono a cavarsela, poi diventa troppo anche per loro!

 

    • L’Eccesso di sale

      In particolare di quello raffinato. Il problema è questo non è dovuto solo a quello aggiunto intenzionalmente. Il problema maggiore è quando usiamo praticamente ogni prodotto confezionato, pane, prodotti in scatola e affettati.

 

    • Bere poca acqua

      Bere poco tende a comportare un risparmio di acqua nell’organismo. L’acqua è una via di eliminazione delle tossine, quindi bere poco renderà difficile e più lenta la loro eliminazione.

    • Dieta con poche proteine

      La tipica dieta mediterranea con le fette biscottate la mattina, il primo o il pane a pranzo e il secondo a cena è il perfetto esempio di una dieta con poche proteine. Invece le proteine sono fondamentali perchè attirano l’acqua e mantengono il tuo corpo in equilibrio. Una speciale proteina chiamata “albumina” mantiene i liquidi nel flusso sanguigno impedendogli di uscire e causare gonfiore.

Ora che ti ho parlato di tutte le cause della ritenzione idrica, non ci resta che capire cosa fare per combatterla.

COME COMBATTERE LA RITENZIONE IDRICA?

 

1) Se non ti viene il ciclo o hai problemi di fertilità, rivolgiti alla tua ginecologa e ad una dietista per elaborare la strategia migliore per promuovere il corretto funzionamento dei tuoi ormoni.

2) Se noti questo problema solo in fase premestruale, accogli questo momento come una situazione passeggera che si risolverà presto spontaneamente. Puoi aiutarti aumentando il consumo di verdure crude.

3) Se passi molto tempo seduta, alzati ogni ora e fai una passeggiata di 5-10 minuti o sali 3-4 rampe di scale. Se passi molto tempo in piedi, siediti ogni ora per 5-10 minuti.

4) Dedicati ad un allenamento con i pesi per aumentare la massa muscolare

5) Dormi con un cuscino sotto al materasso, all’altezza dei piedi, in modo da favorire la circolazione durante il sonno.

6) A fine doccia, getta dell’acqua fredda sulle gambe per qualche minuto

7) Esegui uno specifico massaggio al corpo almeno 3-4 volte a settimana con dell’olio da massaggio emulsionato con olio essenziale di limone: sdraiati a terra e porta le gambe tese verso l’alto, tenendo i piedi a martello e formando un angolo a 90° con il busto. Inizia massaggiando le caviglie sino all’inguine, una gamba alla volta e poi insieme, per almeno 2-3 minuti. Successivamente poggia i talloni a un supporto rigido e solleva leggermente il bacino  e mantieni la posizione per almeno 1 minuto. Mettiti in piedi e procedi massaggiando l’addome, i fianchi e per finire le braccia, partendo dal gomito fin sotto le ascelle, per altri 2-3 minuti.

8) Evita di accavallare le gambe

9) Bevi delle tisane tiepide all’ortica (di preparazione erboristica)

10 ) Aumenta il consumo di alimenti ricchi di potassio e vitamine del gruppo B: spinaci, tarassaco, zucchine, banane, avocado, pomodori, noci, fichi secchi, cacao amaro, semi di zucca

11) Evita tutto il cibo confezionato, trasformato, industriale, i farinacei ricchi di sale raffinato (pane, grissini, freselle, roschette, focacce…)

12) Bevi 500 ml di acqua con un pizzico di sale marino integrale al mattino, prima di colazione.

13) Basa la tua dieta sul cibo vero, quello della Piramide Alimentare della Nutrizione Femminile (dopo aver cliccato sul link, premi su INIZIA per scaricarla gratuitamente)

14) Mangia una porzione di proteine a colazione, pranzo e cena

15) Bevi almeno 2 litri di acqua al giorno

Lo so, le cose da mettere in atto sono veramente tanti e mi rendo conto che ci sono tante cose a cui pensare e da tenere in considerazione, soprattutto se devi pensare anche a costruire un piano alimentare equilibrato.

Se non sai da dove cominciare, scarica ora i 5 giorni di menù gratuito che ho pensato per te, per iniziare a vedere i primi miglioramenti.

 

Inserisci qui sotto il tuo Nome, la tua Mail e controlla la casella di posta.

P.s.: controlla anche la casella dello spam!

 

Pensi che sia il momento di iniziare a costruire concretamente il tuo progetto di dimagrimento definitivo?

le cose a cui pensare, i fattori da considerare e gli accorgimenti da mettere in atto sembrano essere davvero tanti e capisco che fare tutto da sola non sia semplice.

Ecco perchè ti offro il mio aiuto per iniziare insieme a riprogettare il tuo Benessere, partendo da te, dai tuoi gusti, preferenze, dal tuo stile di vita e dalle tue caratteristiche uniche!

Sei pronta a scoprire come può essere piacevole un percorso di dimagrimento mentre ti riscopri energica, positiva e motivata?

Ti piacerebbe sapere come mangiare i cibi che ti piacciono mentre perdi peso?

Se hai risposto sì, la prima cosa da fare è scoprire COSA STA BLOCCANDO il tuo DIMAGRIMENTO.

 

Fai adesso il mio TEST GRATUITO per scoprire COSA BLOCCA IL TUO DIMAGRIMENTO

 

Questo articolo ti è piaciuto? Condividilo cliccando sull'icona di Facebook!