SALUTE FEMMINILE, DIMAGRIMENTO

Ecco la cosa peggiore che puoi “mangiare” (non è un cibo)

Dott.ssa Martina Pellegrini 
Esperta nel Benessere Femminile
“5 cibi che non dovresti MAI mangiare”

“Quale ingrediente nascosto dovrebbe essere BANNATO”

“Come __(cibo condannato)__ ti sta segretamente uccidendo”

Ne ho viste di tutti i colori.

E mi auguro che tutte, compresa tu che mi stai leggendo, sappiate che questi titoli così drammatici sono puramente clickbait.

Il problema è che, pur sapendo di quanto questi articoli siano privi di senso, potrebbe esserci una parte di te che si chiede se stai inconsapevolmente mangiando cibi che stanno danneggiando la tua salute.

È un’osservazione che faccio a ragion di causa, dal momento che spesso, dalle mie clienti e dalle donne che mi seguono, mi viene chiesto “qual è il cibo peggiore in assoluto da evitare” o simili.

Sicuramente, mi verrebbero in mente tanti cibi e additivi che hanno conseguenze profonde a livello nazionale, per il nostro Paese.

Se potessi agitare una bacchetta magica da dietista-strega e far sparire la soda, di sicuro non esiterei!

Ma sul piano individuale, ritengo che non ci sia bisogno di porre dei limiti per quel che riguarda il cibo da mangiare.

Quindi, per rispondere a questa domanda: non credo proprio che ci siano cibi da evitare.

L’unica cosa a mio avviso da BANNARE è… il senso di colpa.

Perché il senso di colpa ha molte più conseguenze pericolose per la tua salute di qualsiasi cibo che tu possa ingerire, e in questo articolo andremo ad approfondire insieme quelle più importanti.

Prima però, se ancora non mi conosci, vorrei presentarmi:
Sono la dott.ssa Martina Pellegrini, dietista e nutrizionista olistica specializzata nel benessere femminile. Aiuto le donne a sentirsi energiche e leggere riscoprendo la gioia di mangiare con un Approccio Gentile.

IL SENSO DI COLPA PROVOCA L’EFFETTO “AL DIAVOLO”

Proprio quando pensi  di aver mangiato qualcosa di “cattivo”, il senso di colpa ti porta a quello che io chiamo l’effetto “al diavolo”.

Di cosa si tratta?

È quello che ti fa mandare tutto all’aria e che ti fa mangiare qualunque cosa ti capiti sotto mano, dal momento che ormai lo “sgarro” è stato compiuto.

IL SENSO DI COLPA NON TI PERMETTE DI ASSAPORARE IL CIBO

A causa del senso di colpa inoltre, non sei in grado di assaporare veramente il cibo che mangi.

Prova a pensarci: dopo aver mangiato quel biscotto, riesci davvero a goderti il gusto e la fragranza di tutti i suoi ingredienti?

Molto probabilmente no. Perché sei troppo concentrata a provare sensi di colpa, e sono proprio quelli che ti fanno mangiare velocemente, quasi per nascondere a te stessa che tu lo abbia mangiato.

D’altronde se non assaggi quel biscotto, come potrai mai andare a soddisfare quella tua voglia?

Penso che chi si ritiene “goloso” in realtà non sia sempre per un bisogno biologico o psicologico di zucchero: a volte è lo diventa proprio per un desiderio che non è mai stato soddisfatto!

IL SENSO DI COLPA METTE KO LA TUA DIGESTIONE

Sì, il senso di colpa può effettivamente sconvolgere la tua digestione.

Questo avviene perché il tuo livello di stress aumenta ed è solo che un male per la salute del tuo intestino – che viene spesso definito come un “secondo cervello”.

Lo stress infatti ha un impatto importante sulla tua salute, influisce moltissimo sulla motilità intestinale, sulla permeabilità (che comporta anche il tuo livello di tolleranza e sensibilità al cibo), sui cambiamenti del microbiota e aumenta la percezione del dolore.

Ora, dimmi: sei ancora convinta che esista un cibo peggiore del senso di colpa?

Se non sai come liberartene, ho scritto un articolo proprio su questo: clicca qui per leggere “Come vincere il senso di colpa alimentare”! 

È davvero possibile essere e soprattutto sentirsi sane, belle e felici nel proprio corpo, senza fare sacrifici?

La mia risposta è sì, è possibile.

 

Esiste un approccio diverso, basato sulla Gentilezza Amorevole verso tutta te stessa. Verso il modo in cui mangi, in cui ti parli, in cui ti guardi allo specchio, in cui muovi il tuo corpo.

E’ un approccio basato su dei pilastri concreti ed una solida ricerca scientifica a supporto.

Vuoi saperne di più?

Iscriviti al mio WEBINAR GRATUITO “Come sbloccare il peso con un approccio gentile”!